MAP

MESSAGE IN A PIPE.

MESSAGE IN A PIPE è un’installazione ludico-interattiva di 60mq concepita a misura di bambino e adulto per il comune di Petrosino che sta vivendo una nuova entusiasmante vita grazie alla lungimiranza di un sindaco come Gaspare Giacalone che, insieme a Federica Cappello, hanno scelto il nostro progetto come protagonista dell’estate petrosilena 2018. Grazie alle sue forme e la sua tecnologia empatica MAP attiva processi sociali, urbani e culturali nel principale spazio pubblico della cittadina petrosilena, piazza Biscione. MAP nasce dalla volontà di proporre una soluzione di design site-specific in grado di catturare la vocazione all’integrazione della piccola cittadina marittima e configurarsi come catalizzatore di memorie, sogni e desideri di un’intera comunità: un grande gioco urbano che coinvolgerà e metterà in comunicazione cittadini di tutte le età.
Message in a pipe è un vero e proprio miracolo perché progettato e realizzato in appena dieci giorni dal fantastico team di SOU.

CREDITS
FARM Cultural Park
SOU
Francesco Lipari 
Tconzero architettura
Martina La Corte
Lorenzo Conti
Verena Castronovo
Letizia Giusy Santino
Silvia Libera Forese
LI GA MA
Damiano Ligama
Marco Claude
Castronovo Nadia
Giuseppe Mzh Chiatante
Valerio Perna
Andrea Bartoli
Florinda Saieva.

Analizzando Petrosino, che prima era una frazione della città di Marsala, abbiamo riscontrato che le principali eccellenze territoriali sono il vino e il mare.
Il nostro concept mette in relazione proprio questi due elementi.

Il mare, messaggero di bellezza per eccellenza, unito alla bottiglia danno vita al “messaggio nella bottiglia”.
Dalla volontà di realizzare un progetto che diventi un messaggio di comunità e integrazione, abbiamo isolato la parola MESSAGGIO che successivamente abbiamo tradotto in arabo viste le origini arabe del territorio di Marsala e Mazara del Vallo..
Grazie ad una riflessione sullo stile di scrittura della lingua araba abbiamo infine declinato in chiave contemporanea il concept del messaggio nella bottiglia sovrapponendo diverse parole cheabbiamo scelto come messaggio, accoglienza e integrazione.

Questa sovrapposizione ci ha restituito un intreccio di linee che abbiamo reinterpretato attraverso l’uso di semplici grondaie in pvc che, attraverso dei percorsi dedicati, restituiscono un originale opera architettonica che diventa un paesaggio urbano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top